Ecco un punto cruciale: quale acqua scegliere per preparare il caffè? È uno degli ingredienti principali, fattore da tenere in considerazione se si vuole gustare sempre un’ottima tazzina scura.

Migliore acqua per caffettiera

L’importanza dell’acqua per il caffè

Preparare un caffè, che sia con la moka o con una macchina del caffe espresso, è diventata ormai un’abitudine. Quasi un’azione meccanica e distratta. In realtà, invece, per avere una tazzina realmente buona è necessario tenere in considerazione alcuni fattori, semplici ma essenziali.

Da cosa dipende il sapore del caffè? Ovviamente dalla tipologia di miscela selezionata, e non parliamo di gusto ma di qualità. Ogni palato ha le sue preferenze, si può scegliere una miscela con note dolci o un’altra più corposa e forte. Ma sulla qualità non si discute: che sia Arabica o Robusta, i chicchi devono essere perfettamente tostati, macinati e conservati.

Ci sono poi la temperatura e la pressione, diverse per ogni tipologia di macchina (moka e macchina professionale lavorano chiaramente con parametri differenti), ma sempre perfette così da estrarre dalla polvere di Coffea tutte le sue proprietà organolettiche senza bruciarla. Potremmo considerare anche la tazzina, meglio se in ceramica bianca e dalla forma a megafono, stretta sul fondo e più ampia verso il bordo superiore.

E infine c’è l’acqua: anche (e soprattutto, aggiungiamo noi) l’acqua deve avere determinate caratteristiche se vogliamo preparare un buon caffè. Elemento essenziale anche per non rovinare la nostra macchina. Scopriamo insieme come dev’essere l’acqua perfetta per il caffè.

Caffè e acqua frizzante: sì o no?

Ci sono diverse leggende metropolitane legate all’argomento acqua migliore per il caffè, fantomatici trucchi che di sensazionale hanno davvero ben poco. Il primo fra tutti? L’uso dell’acqua frizzante.

Sarà sicuramente capitato anche a te di leggere o sentire che un bicchierino di acqua frizzante nel serbatoio della macchina aiuta ad avere un caffè più cremoso e corposo. Assolutamente falso. Una fuffa senza fondamento. L’unica cosa che otterrai sarà una macchinetta piena di calcare da pulire e un caffè normale, cremoso solo se realizzato tenendo ben conto dei parametri visti sopra. Non sarà più vellutato grazie alle bollicine di anidride carbonica.

Leggi l’approfondimento su come pulire la macchina del caffè.

Si può usare acqua distillata per fare il caffè?

Discorso simile si può fare per l’acqua distillata: c’è chi addirittura fa bollire e raffreddare l’acqua prima di usarla per preparare il caffè, o chi addirittura la compra già pronta. O anche chi preferisce quella delle caraffe filtranti. Non serve assolutamente a nulla. La giusta quantità di minerali contribuisce a dare alla tua bevanda il suo sapore unico. Non deve avere valori pari allo zero, deve essere pura e leggera.

La migliore acqua per fare il caffè: minerale

Qual è dunque l’acqua migliore, quella da scegliere per il proprio caffè? Ecco la risposta: un’acqua minerale naturale in bottiglia, non importa di che marca, quella che puoi trovare in vendita nei supermercati o nei vari acqua shop è più che perfetta.

Non possiamo dirti quale sia l’acqua oligominerale migliore, non è semplice stabilirlo. Ma sappiamo che un’acqua con una durezza (elementi chimici) nella media è la soluzione migliore. Un residuo fisso non troppo elevato e la giusta presenza di minerali assicura lunga vita alla tua macchinetta e una tazzina gustosa, cremosa e profumata.

Ovviamente assicurati anche di tenere sempre il serbatoio pulito, svuota e metti acqua pulita se non utilizzi la macchinetta per qualche giorno. Gli ultimi modelli di questo elettrodomestico hanno anche il vano posteriore vuoto nel quale adagiare la classica bottiglia di plastica, che funge da serbatoio, da sostituire una volta terminata per un circuito sempre immacolato.

Qualche piccolo accorgimento, e la differenza si sente. Sia al palato che all’olfatto. Altra domanda ricorrente: quale acqua usare per Nespresso? In realtà per fare un buon caffè con questo sistema – e con tutti gli altri – basta utilizzare la già citata acqua minerale naturale.

Quanta acqua serve per fare il caffè?

Di quanta acqua abbiamo bisogno per preparare un caffè? Per rispondere a questa domanda bisogna prima fare una distinzione: macchina del caffè espresso o moka? Nel primo caso, essendo questo elettrodomestico completamente automatizzato, sarà il meccanismo stesso a prelevare l’acqua necessaria al nostro espresso. Dovremo ricordarci di riempire il serbatoio, o sostituire la bottiglia se usi l’ampolla usa e getta.

Quale acqua utilizzare per fare il caffè

Nel caso della moka, invece, c’è un dettaglio da osservare: l’acqua nella caldaia dovrà raggiungere, e mai superare, il livello della valvola di sicurezza. Questo per permettere alla pressione di trasportare il liquido fino al filtro, con il nostro macinato preferito. Se l’acqua supera la valvola, il risultato sarà un caffè dal sapore bruciato.

E tu quale acqua scegli?

Selezionare la giusta acqua per il proprio caffè è essenziale. Si può acquistare anche la miscela più pregiata del mondo, ma senza una buona base tutto il resto è inutile. E tu quale usi per fare il caffè? Quale hai usato fino ad oggi e come ti sei trovato? Prova a seguire il nostro consiglio e facci sapere se anche tu noti subito la differenza!

clicca qui e scopri le migliori marche caffè