La torrefazione Caffè Borbone, così come per qualsiasi altro marchio del settore, è l’anima dell’azienda, luogo in cui le materie prime più pregiate vengono lavorate magistralmente e trasformate con dovizia per diventare cialde, capsule, caffè in grani e macinato.

Torrefazione Caffè Borbone

Torrefazione caffè Borbone: dove si trova

La Torrefazione Borbone caffè si trova a Caivano, in Zona ASI, Località Pascarola, in provincia di Napoli. E dove se non nella regione e a due passi dalla città simbolo e cuore del miglior espresso come da tradizione del Bel Paese?

Torrefazione caffè Borbone: il processo produttivo

Nell’apposito stabilimento di proprietà della società l’Aromatika srl, previa scelta delle più buone varietà di caffè selezionate con cura direttamente nelle piantagioni di Brasile e Africa, arrivano i soli migliori grani giunti al giusto grado di maturazione, per essere poi puliti e asciugati a dovere prima di essere tostati.

Classificazione assaggio e valutazione dei campioni

Aspetto che tratteremo in un apposito articolo, riguarda la scelta delle materie prime e si compone delle seguenti fasi: provenienza, proporzione di difetti, grandezza dei grani, annata, colore, specie, lavorazione, forma del chicco, assaggio.

La tostatura

Vediamo ora, riguardo la tostatura del caffè borbone tutto quello che c’è da sapere. Eseguita rigorosamente con metodi artigianali e controllata in ogni sua fase, così come da tradizione partenopea, permette di ottenere un caffè dall’ineguagliabile sapore.

Il processo si configura nel portare ad alta temperatura i chicchi, disidratandoli e provocandone la giusta ossidazione, a seconda del grado voluto, al fine di caratterizzarne ed esaltarne le peculiarità di un gusto piuttosto che un altro.

Attraverso la cosiddetta torrefazione a tamburo rotante, viene utilizzato appunto un contenitore metallico al cui interno sono presenti particolari alette che hanno il compito di  girare i grani in modo che siano tostati in maniera uniforme.

Questo per il tramite di un bruciatore a gas che incanala e dirige l’aria calda, per un lasso di tempo variabile dai 15 ai 20 minuti circa, in base al tipo di caffè e alla resa aromatica che si vuole conferire.

Durante la fase di tostatura del caffè borbone, il calore fa scende la percentuale di caffeina contenuta nei grani trattati; avviene poi la caramellizzazione degli zuccheri e la carbonizzazione della cellulosa, processi che trasmettono al chicco i tipici e inconfondibili colori e aromi.

Il procedimento adottato fa sì che il caffè torrefatto aumenti di volume, in percentuale pari mediamente al 30%, mentre il peso diminuisce a causa dell’evaporazione dell’acqua.

Raffreddamento dei grani dopo la tostatura

Dopo che il caffè viene tostato, si passa al raffreddamento che precede la miscelazione, la macinatura e il confezionamento in grani, macinato, cialde e capsule borbone.

Tale processo, effettuato ad aria fredda, ha un ciclo della durata di almeno 10 giorni e permette di mantenere inalterati tutti gli aromi.

Avviene successivamente la creazione delle miscele, ognuna unica e inconfondibile, capaci di soddisfare i gusti anche degli amanti del caffè più esigenti.

La giusta e calibrata variazione dell’intensità e del grado di tostatura permettono di ottenere sapori e fragranze diverse.

Ed ecco che il caffè Borbone assume un esclusivo gusto lievemente amarognolo e friabile, divenendo l’ideale per essere macinato e confezionato in atmosfera protetta per farlo arrivare fresco e fragrante fino al momento della degustazione.

Gradi di tostatura del caffè

A puro scopo descrittivo, riportiamo l’elenco dei diversi gradi di tostatura del caffè: unroasted, light, cinnamon, medium, high, city, full city, French e Italian.

Grazie alla particolare torrefazione caffè borbone, si può degustare l’espresso del bar, senza andare al bar e senza rinunciare alla piacevolezza e ad un gusto cremoso all’inverosimile.

caffe’ borbone in cialde e capsule: clicca qui e scopri tutte le miscele