Sapone con fondi del caffè: come farlo a casa

Tra le tante opzioni di riutilizzo dei fondi del caffè, ce n’è una che in pochi conoscono: la realizzazione di saponette aromatizzate. Come prepararle a casa in modo semplice e veloce? Scoprilo in questo articolo.

Proprietà del sapone al caffè

Il sapone al caffè ha vari pregi che si manifestano non solo in cucina, ma anche in ambito cosmetico. Lo si può utilizzare, per esempio, per togliere l’odore fastidioso che viene lasciato sulle mani dal pesce, dalle cipolle o dall’aglio.

sapone con fondi del caffè

Dal punto di vista cosmetico, invece, è bene ricordare che il caffè contribuisce a rimuovere le impurità della pelle. Inoltre questo sapone può essere adoperato anche in corrispondenza di quelle zone con adiposità localizzata come gambe e glutei e, più in generale, di tutti i punti in cui si concentra la cellulite.

Insomma, un prodotto che non solo lascia sulle mani un piacevole aroma, ma che ha effetti benefici anche sulla cura del corpo. Le ricette che possono essere seguite per preparare le saponette sono molte: c’è chi usa la soda caustica, il caffè espresso e l’olio di oliva. Noi ci serviremo dei fondi, invece.

Sapone al caffè: la ricetta

Per preparare il sapone al caffè è necessario avere a portata di mano una base di sapone neutro naturale, dei fondi di caffè, un po’ di alcol, un pennello di piccole dimensioni, un mestolo, una ciotola, del sapone di Marsiglia a scaglie e degli stampi in silicone; volendo, si può anche ricorrere a un olio essenziale profumato, per rendere il tutto ancora più aromatico.

Per prima cosa occorre sciogliere la base di sapone: è sufficiente metterla nel forno a microonde per due o tre minuti, ma se non si ha a disposizione questo elettrodomestico nulla vieta di sciogliere a bagnomaria. Dopodiché bisogna bagnare gli stampi in silicone (anche di forme diverse l’uno dall’altro) con il pennello inumidito nell’alcol.

La base di sapone, quando è sciolta, deve essere ben mescolata in modo da diventare omogenea, ed eventualmente aromatizzata con l’olio essenziale che si preferisce. A questo punto in ogni stampo deve essere collocato un po’ di fondo di caffè; in alternativa è possibile mescolare i fondi direttamente con la base sciolta.

Riempiti gli stampi, si può pensare di decorarli con qualche scaglia di sapone di Marsiglia o con del caffè in chicchi. Ora non rimane altro da fare che attendere, per far sì che le saponette al caffè si solidifichino a dovere: quando sarà il momento di toglierle dagli stampi ci si dovrà ricordare di bagnarle di nuovo sulla superficie con l’alcol.

SCEGLI IL CAFFÈ MACINATO BORBONE



Altri informazioni su:
Curiosità sul Caffè


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *