Macchina caffè in comodato d’uso: perché no?

Possedere una buona macchina da caffè non è più un lusso, anzi. Questo elettrodomestico è ormai onnipresente, nelle nostre cucine o negli uffici, immancabile per fare il pieno di gusto e di energia in ogni momento. Con un buon caffe.

Macchina caffè in comodato d'uso

Tra le centinaia di offerte diverse c’è anche chi promuove a gran voce vantaggiosi contratti di comodato d’uso. Di cosa si tratta? E soprattutto: siamo sicuri che siano così convenienti? Ecco la nostra opinione.

Che significa comodato d’uso?

Il comodato d’uso gratuito è, in tutti i settori, un contratto tra due parti, scritto o verbale, in cui la prima parte (il comodante) cede alla seconda (il comodatario) un bene a titolo gratuito, con l’obbligo però di rispettare determinati accordi.

Nel nostro caso, quindi, il venditore cede le macchine caffe’ al cliente, con l’obbligo di restituzione e per un certo periodo di tempo, senza che quest’ultimo paghi un solo centesimo per il suo elettrodomestico nuovo di zecca. Per lo meno non subito.

Sembra l’affare del secolo, non trovi? Si ha quasi la sensazione di avere una macchina caffè omaggio. Ma sarà proprio così? Secondo noi no. Come sempre non è tutto oro quello che luccica. E ti spieghiamo tutti i perché.

Macchina da caffè in comodato d uso gratuito

La dicitura corretta sarebbe proprio comodato d’uso gratuito. Gratuito, quella parola che fa gola a tutti, quella che anticipa una super offerta e un’occasione impossibile da lasciarsi sfuggire. Sarà proprio così?

Macchine caffè comodato d’uso: le condizioni

Quali sono gli accordi da rispettare nel caso in cui si scelga il comodato? È vero, non c’è alcuna spesa iniziale per la macchina. Ma ci sono diversi obblighi (un po’ come nel franchising) che, a conti fatti, rendono il prezzo finale della stessa ancora più alto rispetto a quello del semplice acquisto:

  • nella maggior parte dei casi il prezzo del singolo caffè è molto più alto (a volte più del doppio) rispetto a quello acquistato con una macchina di proprietà
  • spesso si deve garantire al comodante un consumo minimo mensile
  • non c’è una spesa iniziale, ma il comodante può richiedere una cauzione da versare al momento della stipula del contratto, che verrà rimborsata (se il venditore è onesto e non avanzerà motivazioni illogiche per non farlo) quando il comodato termina

Inoltre, si è obbligati ad acquistare il caffè sempre e solo da quel venditore, anche se magari col tempo il prodotto non ci soddisfa più. Per evitare che il cliente compri altrove, spesso le macchine in comodato sono dotate di una “chiavetta” che conta i caffè erogati e blocca l’elettrodomestico una volta raggiunto un certo numero, e può essere sbloccata solo dall’azienda o negozio con il quale il comodato è stato stipulato.

Un po’ troppi vincoli, non trovi? E oltretutto, sei sicuro che ne valga davvero la pena?

Quando la matematica non è un’opinione

Facciamo un esempio, parliamo nel concreto. Mettiamo che una macchina del caffè di fascia media costi circa 120 €. Acquistandola subito è questa la spesa che si sostiene, sia recandosi in negozio sia scegliendola online. Con noi di Cialdemania, per esempio, il prezzo è finito, perché nell’offerta comprendiamo anche la spedizione e la garanzia (e abbiamo voluto esagerare con anche 150 cialde in omaggio, a dirla tutta).

Quindi sono 120 € effettivi. Ogni cialda di caffè, tenendo conto dei prezzi del nostro e-commerce, costa in media tra i 12 e i 14 centesimi. E a parte la spesa iniziale, questi sarebbero gli unici costi da sostenere.

Facciamo un esempio anche per il comodato? Non pagheremmo i 120 € iniziali, è vero. Ma un caffè costerebbe circa 30-35 centesimi, invece che 12. Se facciamo una media di 5 espressi erogati al giorno, si fa presto a raggiungere e superare i 120€ previsti con l’acquisto. E la macchina non sarebbe comunque tua. Fai da solo i tuoi conti. Il risultato parla da sé.

Perché preferire l’acquisto?

Certo, spesso si sceglie l’uso gratuito perché non si ha subito la disponibilità economica sufficiente per acquistare il modello che tanto ci piace. Ma quello delle macchine da caffè è un settore pieno di concorrenti agguerriti che si rincorrono l’un l’altro con macchine sempre più nuove e tecnologiche. Proponendo anche modelli con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Detto questo la domanda ci viene spontanea: perché non optare (all’inizio) per una macchina più economica ma sempre valida? Avrai così il tempo necessario per mettere da parte i risparmi e acquistare il modello dei tuoi sogni, invece che prenderla in comodato e pagarla a conti fatti anche 100 o 200 euro in più del suo effettivo valore.

Ma spesso il problema non è nemmeno questo: la pubblicità molto spesso è bugiarda, ci inganna sottilmente. La parola “gratuito” ha un potere inimmaginabile. E anche se si hanno tutte le possibilità economiche, si sceglie il comodato perché sembra l’offerta migliore. Aspetta un attimo prima di procedere. Valuta tutto, prima di impigliarti in un affare che risulterà tale per tutti tranne che per te.

Comodato cosa significa

Ovviamente l’onestà non c’entra nulla in questo discorso, non è messa in dubbio. Chi stipula contratti di comodato lo fa con correttezza e a norma di legge, così come chi vende. La nostra è solo un’analisi fatta a voce alta per permettere anche a te di capire se l’offerta che hai davanti è così vantaggiosa come sembra.

Macchina caffè comodato d uso: la tua esperienza

Abbiamo provato a spiegarti le nostre ragioni, il nostro pensiero. Non significa insindacabile, semplicemente è nostro. Potremmo anche noi consigliarti o stipulare contratti di comodato d’uso, ma abbiamo scelto di proporti invece, semplicemente, le migliori macchine da caffè al prezzo più piccolo possibile e con ottime offerte. Tua, senza obblighi o strani accordi.

Prima di procedere valuta bene e fai la tua scelta. Ora hai tutte le informazioni per riflettere in autonomia e senza prendere abbagli. Cosa ne pensi al riguardo? Sei d’accordo? Avevi mai valutato la cosa sotto tutti i punti di vista? Dicci la tua nei commenti.

LE MIGLIORI MACCHINE DA CAFFÈ? LE TROVI QUI

Articolo pubblicato mercoledì, 13 settembre, 2017

Altri informazioni su:
Macchine del caffè


Cosa ne pensi?
Lascia il tuo Voto Cliccando le Stelline

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle6 Stelle7 Stelle8 Stelle9 Stelle10 Stelle
(23 voti - media: 7,39 su 10)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

22 Commenti

  1. Non so quale interesse avete nello sconsigliare il comodato , spero non sia malafede. Ora elenco io almeno tre motivi per convincere i lettori che questo articolo è una grossa bufala ed è argomentato in maniera imprecisa e forse anche tendenziosa.1)non è vero che il prezzo è così alto, il comodato incide per non più di 5 euro sul costo del Kit di caffè.2)convenienza in caso di rottura della
    Macchinetta o di tutte le problematiche che essa può avere tipo otturazioni da calcare o da cattiva gestione della stessa.3) pulizia della stessa periodica da parte dell’agente o dell’agenzia nella quale è stato stipulato il contratto.4)Evitare l’esborso di una bella sommetta che può servire anche ad acquistare la fornitura per almeno un semestre, tenendo presente che il consumo imposto(tra virgolette) è di un kit ogni45 gg. Mi fermo e dico meditate e fate la scelta più giusta

    1. Buongiorno Alfonso, siamo sicuri che quello impreciso e pretenzioso sia il nostro articolo? :) se abbiamo scritto quello che abbiamo scritto ci sono delle ragioni, e se legge bene…in fondo consigliamo la stessa cosa: non farsi ingannare da tante parole, ma leggere e valutare attentamente e SCEGLIERE con coscienza! Tanti cari saluti, e grazie per aver letto il testo.

  2. dopo la mia esperienza con loro negativa pagato 18 rate concordate fino a dicembre 2018 oggi mi arriva un sollecito di un pagamento che io non ho pagato a novembre 2018 che invece ho pagato con internet banking telefonato all’amministrazione scortesi e maleducati mi hanno detto che a loro non gli è arrivato il pagamento solo una cosa siete truffatori vi denuncio non affidatevi a loro fatalità 18 rate per loro una non ho pagato fatevi una domanda loro si inventano poi il mancato pagamento per filare soldi al cliente denunciate cari utenti FATE SOLO VOMITO LADRI CHI AVESSE AVUTO SITUAZIONE DI TRUFFA RECATEVI ADICONSUM PER FAR CHIUDERE AZIENDA FATE ATTENZIONE COI PAGAMENTI DELLE RATE TROVERANNO SCUSE E SOLLECITI PER DEI PAGAMENTI CHE NON AVETE FATTO CHE IN REALTÀ AVETE PAGATO PER FAR SI CHE PAGATE DI PIU E IN PIU ATTENZIONE AI FALSI COMODATI D USO NON REALI AMMINISTRAZIONE DISATTENTA MANDANO SOLLECITI DI PAGAMENTO NON E DESCRITTO IN QUALE MESE CE INSOLUTO attenzione ai consulenti vi tirano le pinocchiate sui contratti sono falsi vi raccontano vita morte miracoli per imbambolarvi il comodato gratuito che fan loro e falso denunciate mandate anche uno scritto a lavazza della truffa che la concessionaria nims spa è lavazza che dà in gestione la nims.

    1. Buon pomeriggio Emanuel, ci dispiace della brutta esperienza che ha avuto! Noi di Cialdemania NON FACCIAMO COMODATO, ma solo la vendita: libertà di acquistare la macchina e zero vincoli! Saluti

    2. Infatti la penso come lei signor Emanuel ..dopo varie chiamate alla Lavazza per renderle la macchina ad oggi non sono mai venuti a ritirarla sono truffaldini a mia madre non dissero di bollettini .a parer mio il comodato non ha contratti e io compro il caffè quando mi serve ..

      1. Buongiorno Serenella, concordiamo con Lei nel dire che, anche secondo noi, una macchina di proprietà vi tiene liberi da vincoli ed è una soluzione al 100% trasparente. Buona giornata da Cialdemania!

    1. Salve Adolfo, noi non facciamo comodato d’uso gratuito ma solo la vendita con ottime offerte spedizione gratuita e cialde omaggio! Saluti

  3. Ho trovato questo articolo per caso perché stavo valutando l’idea del comodato d’uso, ma qualcosa mi diceva che non era proprio così conveniente, nonostante la calda raccomandazione e rassicurazione di un paio di amiche sulla convenienza e praticità del metodo.
    Felice di non essermi fatta abbindolare…
    pentita però di un acquisto che è una macchina da caffè a cialde manuale(quindi di mis proprietà), pagata davvero poco tramite un offerta speciale, dove però non veniva indicato questo fatto e l’immagine che veniva fornita era di una macchina da caffè automatica che era ciò che mi interessava. Ora vorrei cambiare macchina da caffè, ma non trovo da nessuna parte qualcuno che ritiri la mia macchina manuale come usato ed è lì ferma perché scomodissima, quindi usiamo ancora la caffettiera tradizionale ?

    1. Buongiorno Mony, siamo felici che l’articolo sia stato d’aiuto! Purtroppo penso che l’unico rivenditore che può ritirare la Sua macchina come usata, sia quello presso il quale l’ha acquistata…ma non è detto che lo stesso preveda questo tipo di riscatto! Ci provi, e magari prima di acquistare la prossima macchina dia un colpo di telefono al venditore…sarà certa di comperare ciò che desidera. Una macchina di proprietà, ad ogni modo, fa sempre la differenza. Saluti! Sara

  4. Che dire !con la Lavazza un esperienza di merda dopo che non prendevamo più il caffè mi mandano raccomandata per dare indietro la macchina gli dico di venirla a ritirare e dopo due anni non vengono a ritirarla e così mi mandano raccomandata per farmela pagare 200 euro peccato che nel frattempo involontariamente mio marito l’ha buttata. … pensando dopo due anni che non venivano più così mi tocca pagare

    1. Che dire Paola, ci dispiace per questa brutta esperienza che ha voluto raccontarci…ecco un altro dei motivi per i quali noi consigliamo l’acquisto semplice, libertà e zero vincoli! Saluti

  5. tutto vero ma se la macchina si rompe dopo la garanzia (e si rompono) le riparazioni sono a carico del proprietario, mentre con il comodato le fa il fornitore.

    1. Salve Renato, sì questo è vero…è sicuro però che la spesa che si fa negli anni con il caffè ad un prezzo decisamente più alto non sia già una parte della (non sicura) necessaria riparazione?

  6. Buonasera,
    una soluzione per non avere troppi vincoli potrebbe essere il noleggio, cerco di spiegarmi meglio, il cliente noleggia la macchina e paga solo le battute, cioè i caffè erogati all’azienda, tipo i contratti di noleggio che si fanno per le stampanti e fotocopiatori.
    In questo modo è libero di comprare il caffè da chi vuole, se poi la stessa ditta offre un prodotto anche buono e conveniente tanto meglio.
    Cosa ne pensate?
    Saluti

    1. Buongiorno Antonio! Potrebbe essere un’idea: il discorso è, però, che fra il costo della singola battuta e quello della singola cialda, alla fine un caffè il cliente lo pagherebbe come chi ha una macchina in comodato (30/35 centesimi). Certo, così si eviterebbero molti vincoli, però dato che in fin dei conti il prezzo che si spende complessivamente nel tempo è quello di una macchina di proprietà…a questo punto non è sempre meglio acquistarla, e pagare il caffè 10/15centesimi? :) saluti!

  7. che opinione avete invece dell’abbonamento che propone la nespresso. Pagando una certa somma al mese (es. 25 o 35 euro) si accumula un credito da utilizzare in capsule o altri prodotti entro due anni. In questo caso la somma versata alla fine dell’anno sarà superiore al costo della macchina se acquistata in promozione per es. ma i soldi saranno stati consumati in caffè e la macchina è tua fin all’inizio. C’è il trucco?

    1. Buongiorno Daniela! Più che dire che c’è il trucco (non ci piace puntare il dito verso/contro i colleghi, non è nostro modo di fare :-) ) siamo dell’opinione che un acquisto più “libero” e senza vincoli sia la soluzione più adatta sia per il cliente sia, addirittura, per il gestore. Poi chiaramente sta ad ogni singola persona e ad ogni cliente valutare la cosa, questo è il nostro pensiero e il nostro modus operandi…e siamo felici di condividerlo con voi. Spero di aver risposto alla sua domanda seppur nella neutralità, saluti e buona giornata!