Esattamente come per la colazione, il pranzo o la cena, anche per la pausa caffè esistono delle norme da seguire. Al ristorante, a casa o al bar.

Buone maniere caffè

Proprio così, una serie di comportamenti da tenere se si vuol fare bella figura con gli altri e mostrare la propria educazione. Anche mentre si sorseggia una fumante tazzina di espresso. Abbiamo raccolto per te le regole fondamentali del galateo del caffè: quante ne conosci?

Che cos’è il galateo?

Il galateo è l’insieme di norme che regolano il comportamento da tenere in determinate occasioni sociali, per non risultare maleducati o semplicemente per rispettare le buone maniere.

Uno dei galatei più celebri è quello che regola l’atteggiamento da tenere a tavola, mentre si mangia o quando si apparecchia, ma troviamo anche quello che spiega come comportarsi a teatro e in altre occorrenze speciali. Fra queste c’è anche quella del caffè.

Esattamente, perché anche uno squisito caffè è un’occasione speciale. Con i ritmi frenetici della società moderna a volte nemmeno ce ne ricordiamo. Una volta una fumante tazzina era la compagna di discorsi tra politici, di conversazioni tra letterati e personaggi colti. Un momento riservato a un’élite, dove sfoggiare un alto livello d’educazione e di istruzione e quindi di appartenenza a un ceto sociale agiato.

Oggi tutto questo si è perso. A volte non si ha nemmeno il tempo di sedersi per gustare un caffè. Ad ogni modo, anche nei pochi minuti a disposizione, ci sono delle piccole accortezze da avere per dimostrare di conoscere bene le buone maniere. Qui le trovi tutte.

Il bon ton dell’espresso: regole fondamentali

Come si gira il caffè?

Sapevi che c’è un modo ben preciso anche di girare il caffè? Prima di tutto, che sia zuccherato o meno, tieni presente che il caffè va sempre mescolato, sempre. Solo in questo modo si distribuiscono bene aromi e sapori.

Qualcuno ti ha detto che il cucchiaino va fatto girare in senso antiorario? È sbagliato. Altri sostengono che la maniera corretta sia quella delle lancette dell’orologio? Sbagliato anche questo.

Il caffè si gira con movimenti delicati del cucchiaino dall’alto verso il basso, facendo attenzione a non urtare la ceramica e quindi senza far tintinnare le pareti della tazzina. Solo in questo modo potrai percepire tutte le proprietà organolettiche e trarre tutti i benefici dlla miscela scelta.

Attenzione, la tazzina non si decanta come fosse un calice di vino! Non è sintomo di maleducazione ma è un’azione che non serve assolutamente a nulla, anzi. Il risultato sarà solo quello di ritrovarsi con tutta l’adorata cremina tipica del miglior espresso attaccata alle pareti della tazzina.

Dove si mette il cucchiaino del caffè?

Quante volte te lo sarai chiesto! Una volta girato il caffè, dove e come riporre il cucchiaino?

Facciamo un passo indietro. Quando gusti un caffè al bar, se di fronte a te hai un barista esperto, ti si presenterà davanti agli occhi esattamente questa scena: mentre la tazzina si riempie della perfetta quantità dell’espresso appena chiesto, il barista prepara il piattino, appoggiando il cucchiaino sulla destra.

Attenzione, il piattino non viene appoggiato sul bancone davanti a te senza tazzina, ma rimane vicino al barista. Quando il caffè è pronto la tazzina viene appoggiata sopra al piattino con il manico verso destra, vicino al cucchiaino. Solo a questo punto il caffè ti verrà servito.

Abbiamo visto come girare l’espresso. Una volta mescolato, il cucchiaino va appoggiato sulla destra del piattino, delicatamente, e assolutamente senza metterlo prima in bocca. È maleducazione succhiarlo.

Il galateo dice che la tazzina va sollevata con pollice e indice, e quindi portata verso le labbra (non è il contrario, non è la bocca che va verso la tazzina). Bere a piccoli sorsi senza emettere strani rumori, evitando di soffiare sulla bevanda se è troppo calda. Meglio attendere qualche secondo in questo caso.

Una volta finito, appoggiarla nuovamente sul piattino. Et voilà!

Acqua prima o dopo il caffè?

Domandona da 10000 punti che rientra nel galateo del caffè al bar: il bicchiere d’acqua che in alcuni Paesi (Italia per prima) viene servito insieme all’espresso, quando va bevuto?

C’è chi sostiene dopo, per sciacquare la bocca e soprattutto evitare la formazione di macchie allo smalto dentale. Assolutamente sbagliato: in realtà l’acqua va bevuta prima del caffè, per togliere il sapore del pasto appena consumato o di un’altra bevanda. E per preparare il palato a questo piccolo momento di piacere dato dalla miglior tazzina.

Che senso ha berlo dopo? Sarebbe come dire che non gradiamo il sapore dell’espresso. Valido è invece il discorso dell’igiene orale: se proprio si vuole conservare (giustamente) il candore della propria dentatura, si può attendere qualche minuto prima di sorseggiare acqua naturale. Perché privarsi del piacere della miglior miscela di caffè che permane (almeno per un po’) in bocca!

Mignolo alzato mentre si beve: sì o no?

Quante volte ti sarà capitato, seduto al tavolino del bar o al bancone di fretta, di notare qualcuno che gustando la sua tazzina di caffè…si sia lasciato “sfuggire” nel frattempo anche il mignolo? O sarà involontariamente successo anche a te? Quel ditino alzato che svetta sopra la tazzina, magari accompagnato da qualche strano verso…

…una scena horror, è questo l’unico paragone che ne deriva. Da far rabbrividire anche la persona meno puntigliosa e precisa! Così come in tutte le altre occasioni, sia che si regga un bicchiere o una tazzina, quando si beve il mignolo non si alza. Mai. Non è chic, tutt’altro.

Galateo del caffè: buone maniere a casa

Esistono delle buone abitudini, oltre a tutte quelle descritte sopra, che denotano educazione e attenzione per il dettaglio anche quando magari la tazzina in questione la gustiamo a casa nostra. In compagnia dei nostri ospiti.

Galateo del caffè

Pochi sapranno per esempio che, quando invitiamo qualcuno a pranzo o a cena, il caffè non andrebbe mai servito a tavola. L’ideale è in salotto, seduti tutti attorno ad un tavolino ben allestito con tutto l’occorrente per questo momento in compagnia e accompagnato preferibilmente da un buon dolce fatto in casa.

Se il caffè proposto è preparato con la moka, puoi portarla direttamente a tavola insieme a tazzine, lattiera e zuccheriera, con l’aiuto di un vassoio. Servine ai tuoi ospiti, e lascia che scelgano loro se addolcirlo.

Se invece hai una macchina da caffè con il braccetto per il macinato, a cialde o a capsule il consiglio è quello di preparare 2 o 3 caffè alla volta e quindi servirli, non di più. Se hai 15 invitati e servi i caffè tutti insieme, per esempio, quello che sorbirà il primo espresso “gusterà” di sicuro un caffè freddo.

La tua opinione

Ci sono altri comportamenti che, secondo te, dovrebbero far parte del galateo del caffè? Cosa proprio non tolleri? Dicci la tua!

C’è un’altra regola non scritta, forse una delle più importanti se si vuole fare bella figura con i propri invitati: ovviamente servire il miglior caffè! Ti abbiamo svelato tutti i segreti del bon ton, resta solo da scoprire dove acquistare un caffè di alta qualità in offerta. Ma questo non è un segreto.

clicca qui e scopri caffè borbone, il miglior caffè