Se hai una macchina caffè a capsule, presto o tardi ti sarai chiesto cosa cambia tra quelle originali e le cosiddette compatibili. In questo articolo spiegheremo le differenze per capire quali scegliere e in cosa differiscono le une dalle altre. Fermandoci al nome sembra quasi che le prime siano quelle vere, mentre le seconde una sorta di imitazione; di fatto non è per niente così.

Differenza capsule compatibili e originali

Esistono diversi tipi di capsule caffè. Per capsule originali si intende quelle prodotte da uno specifico marchio, dalla forma e dall’attacco particolare, che possono essere utilizzate esclusivamente sulle macchinette espresso appositamente create sempre dal medesimo marchio o da altre aziende a suo nome e per suo conto.

In questo modo molti brand produttori di caffè, cercano di fidelizzare (o piuttosto legare a sè) i consumatori.

Facciamo un esempio concreto per meglio comprendere il concetto: acquistando la macchina per caffè dell’azienda X, si dovrà necessariamente poi usare le capsule caffè prodotte dalla medesima ditta, per via del loro standard (forma), che è diverso da tutti gli altri.

Almeno questo è ciò che accadeva fino a qualche anno fa; in questo caso si parla di capsule originali.

Poi è successo che, Vergnano per prima ma poi si sono unite a ruota moltissime altre marche, ha avuto la felice idea di creare delle capsule dalla forma identica a quella delle capsule Nespresso originali (proprietà della Nestlè), con all’interno miscele dal gusto simile, ma dal prezzo finale molto più basso.

Fu in quel momento che nacquero le cosiddette compatibili, anche se il boom vero e proprio arrivò nel 2012, quando il Tribunale di Torino, con ordinanza del 15 Giugno, stabilì che la commercializzazione di tanti tipi di capsule compatibili con le macchine Nespresso, denominate “Èspresso”, da parte della Caffè Vergnano non costituiva violazione di marchi e brevetti.

E’ così iniziata una sorta di corsa senza limiti, da parte delle aziende di caffè, nel produrre il maggior numero di capsule che potessero avere compatibilità con gli attacchi più comuni presenti sul mercato.

Dunque le compatibili sono sostanzialmente capsule che hanno forma e dimensioni identiche alle originali, ma prodotte da altre marche.

Il punto di forza delle capsule compatibili è che, generalmente, costano molto meno di quelle originali, pur mantenendo ottimi livelli di qualità del caffè erogato. Originali o compatibili che siano, possono essere utilizzate esclusivamente con il sistema per il quale sono state create.

Capsule compatibili: tipi di sistemi

Compatibili Espresso Point, compatibili Nespresso, compatibili Lavazza A modo Mio, Compatibili Lavazza Blue; questi i tipi di capsule prodotte da aziende prestigiose, dal gusto ottimo, che possono essere usate in alternativa alle originali, senza rinunciare a un buon caffe, pur spendendo molto meno.

Le migliori compatibili: chi le produce

Come già detto, ormai la maggior parte delle aziende producono capsule compatibili e dunque c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Per andare a colpo sicuro ed essere certi di individuare varietà di espresso che sia non solo gradevole ai sensi ma anche poco costoso, la scelta migliore non può che ricadere su:

  • Capsule Borbone, Covim, Ristora, Kimbo, Pepe e Italy Espresso riguardo le Espresso Point;
  • Capsule Covim Opera in alternativa alle Lavazza Blue originali;
  • Borbone Don Carlo e Covim Ora al posto di usare le Lavazza A Modo Mio;
  • Capsule Respresso Borbone, PassioNespresso Lollo e Pressò di Covim invece delle Nespresso.
  • Capsule compatibili Dolce Gusto Lollo, Covim e Gattopardo al posto delle originali Nescafè.

E non le abbiamo nemmeno citate tutte. Sempre di più e sempre diversi sono i sistemi in commercio, con miscele di caffè prelibate e adatte ad ogni palato. E gustare una tazzina deliziosa nella comodità della propria casa diventa sempre di più un lusso alla portata di tutti.

scopri le migliori capsule compatibili