Che cos’è il caffè verde? Nient’altro che il nostro caro, celebre e profumato chicco di Coffea classico. Lasciato essiccare, anziché torrefatto. Quindi crudo. Quali sono le sue proprietà? Quali i benefici e le controindicazioni? Scoprine tutte le caratteristiche.

Proprietà del caffè verde

Un concentrato di natura

Il caffè verde, come detto, altro non è che il chicco al naturale, non tostato. La miscela è composta, così come il caffè normale, dai chicchi delle diverse varietà di Arabica e Robusta, le tipologie di Coffea più coltivate e consumate al mondo. La differenza sta nella lavorazione: l’essiccazione permette infatti di conservarne il colore originale, verde acido. Oltre alle innumerevoli proprietà.

Rispetto al chicco tradizionale, i grani crudi si distinguono per:

  • Aspetto: colore diverso e dimensioni più ridotte (durante la torrefazione il chicco invece si “gonfia”).
  • Aroma: meno intenso rispetto alla bevanda classica, perché gli oli che salgono in superficie durante la cottura e che danno quel famoso profumo penetrante rimangono invece conservati all’interno.
  • Sapore: lo stesso discorso vale per il gusto. Se ti stai chiedendo che sapore abbia il caffè verde, sappi che è molto più delicato di quello classico. Ma comunque piacevole.
  • Valori nutrizionali: tante vitamine e sali minerali in più.

Uno dei fattori in comune con il seme tostato è invece la presenza di caffeina, anche se in quantità inferiore in questo chicco naturale e soprattutto assimilabile in maniera differente.

Caffè verde proprietà

Perché differente? Il discorso caffeina rientra tra i benefici che questa bevanda apporta: mentre in una tazzina classica gli effetti eccitanti di questa sostanza vengono rilasciati tutti e subito dopo l’assunzione, nel caffè verde la molecola della caffeina è legata ad un potente antiossidante. Il corpo quindi ha bisogno di più tempo per assimilarla, tutto il processo è più lento e meno aggressivo e quindi anche i benefici sono prolungati. È una delle tante abitudini di chi beve caffè e un ottimo sostituto della bevanda nera classica.

Per tutte queste ragioni questa colorata bevanda è indicata, sempre senza esagerare, anche per chi per problemi come ipertensione e tachicardia non può assumere caffè tradizionale.

Inoltre, il Ph del caffè verde è meno acido rispetto a quello tostato, risulta quindi meno invasivo per lo stomaco e assolutamente non dannoso. Anzi, aiuta la digestione e la “pulizia” del sangue contribuendo addirittura a contrastare il diabete.

Con proprietà riconducibili a quelle del the verde o nero, è ricco come detto di vitamine e di sali minerali utili al nostro organismo. Nonché pieno di tante altre buone ragioni per assaggiarlo.

Caffe verde per dimagrire

È uno degli argomenti chiave se si parla di questa bevanda. Il caffè verde fa dimagrire? Abbiamo detto che, come qualsiasi tipo di caffè, contiene caffeina ed è proprio questa la sostanza che viene usata molto spesso per perdere peso. Questo alcaloide è in grado di agire direttamente o indirettamente sul tessuto adiposo, e contribuisce alla sua riduzione.

Questa bevanda stimola il metabolismo, riduce l’assorbimento dello zucchero e favorisce il movimento degli acidi grassi (l’adipe) dai loro depositi verso i circuiti del sangue. È il nostro organismo che provvede poi ad espellerli.

Espellerli, esatto. Ma con il tuo aiuto. Il caffè verde funziona. Ma affinché le sue proprietà dimagranti siano effettive è bene associare la bevanda a un regime con calorie moderate e a una buona attività fisica. Questo e solo questo ti permetterà di ottenere buoni risultati. Non farti incantare da chi promette che bere questo infuso verde ti farà dimagrire come per magia, se conduci una vita sedentaria o se hai un regime nutrizionistico iper-calorico.

Gli altri benefici del caffè verde

In realtà questo tipo di caffè non ha solo dei benefici per quanto riguarda il dimagrimento, ma tra i maggiori vantaggi troviamo anche:

  • il suo ottimo potere antiossidante, in quanto ricco di omega 3 ed omega 6
  • la capacità di ridurre il colesterolo e i trigliceridi, nonché la pressione
  • è un buon supporto contro lo stress o disturbi psichici
  • dona vigore alla pelle ed ai capelli

Davvero un dono della natura.

Caffe verde controindicazioni

Di contro il chicco crudo non ha grosse controindicazioni, anzi, viene tollerato in maniera normale dal corpo umano a meno che non ci sia una sensibilità soggettiva ad alcuni dei suoi componenti. In generale comunque se ne sconsiglia l’uso a donne incinte e bambini piccoli, a causa degli stessi effetti eccitanti (seppur diversi per quantità e qualità) contenuti nell’espresso classico.

Caffè verde come si prepara

Ora che conosci le sue caratteristiche, non sei curioso di scoprire come si prepara il caffè verde? Ci sono diverse maniere, anche perché in commercio questa bevanda è disponibile in diversi formati (lo trovi in erboristeria, online o nei negozi specializzati).

Tra i più diffusi troviamo il caffè verde in capsule, da preparare in pochi gesti con la tua macchina elettrica. La miscela in bustine, da mettere in infusione come un classico the. Oppure ancora i semplici chicchi, da macinare direttamente a casa, ancor meglio se manualmente.

Drupe caffè

Se preferisci quest’ultima ipotesi, ecco spiegati tutti i passaggi:

  • con l’aiuto di un apposito mortaio (il classico di legno andrà benissimo) tritura bene tutti i semi fino a ridurli in una polvere sottile
  • unisci la miscela all’acqua che avrai precedentemente fatto riscaldare in un pentolino fino quasi a raggiungere l’ebollizione, e lascia riposare per circa 10 minuti
  • filtra il tutto e gusta la bevanda ancora calda. Puoi aggiungere zucchero di canna, miele, oppure berla così al naturale.

Scegli tu la quantità di grani e di acqua, in base all’intensità che preferisci. Una-due tazze al giorno è la dose perfetta per fare il pieno di benessere e per coccolarti con sapori diversi ma pur sempre familiari.