Il caffè, che sia espresso o fatto con la moka, lungo o ristretto, se preso nelle giuste quantità è un alleato della nostra bellezza e soprattutto della nostra salute. Ma quando nello specifico parliamo di caffè senza zucchero, vale la stessa cosa?

Caffè senza zucchero

Qualcuno sostiene che il caffè amaro faccia dimagrire e anche passare i fastidiosi mal di testa, qualcuno lo ama così com’è e qualcuno invece non può fare a meno di dolcificare la scura bevanda: qual è la verità? Tu come lo preferisci? Leggi il nostro articolo e trova tante informazioni utili e curiosità in merito.

Caffè senza zucchero: benefici

Il caffè senza zucchero fa male? Assolutamente no, anzi: una o anche due buone tazzine di espresso al giorno, se si è adulti e in buono stato di salute psico-fisica, apportano tantissimi benefici al nostro corpo. Addirittura forse più del classico espresso zuccherato, proprio perché non bisogna mai eccedere quando si assume questo tipo di dolcificante allo stesso tempo a noi indispensabile. Vediamo quali sono nello specifico tutti gli effetti di questa intensa bontà sul nostro organismo.

Il caffè senza zucchero fa dimagrire?

Una tazzina di espresso amaro contiene solo 3 calorie. Già questo potrebbe bastare per capire che di sicuro un buon caffè non fa ingrassare. Ma c’è di più: la scura bevanda frutto dei chicchi di Arabica e Robusta è utile anche per contrastare il ristagno dei liquidi e, se assunta in dosi adeguate, accelera il metabolismo contribuendo a bruciare i grassi, grazie al suo effetto termogenico.

Se ti stai chiedendo se il caffe fa ingrassare, dunque, la risposta è no. Anzi: un buon espresso senza zucchero è un alleato della linea, oltre che delizia per il palato. Bene, e in forma.

Caffè amaro dopo i pasti

Una bella tazza di caffè scuro e bollente, preso dopo i pasti, favorisce il processo della digestione. Sono poche le persone che non hanno mai sperimentato questo effetto. Con o senza zucchero gli acidi presenti in questa delizia, infatti, stimolano i succhi gastrici e aiutano quindi il nostro organismo ad assimilare i cibi ingeriti.

Caffè senza zucchero per il mal di testa

Il caffè è un vasocostrittore, ha la capacità cioè di restringere i vasi ed aumentare leggermente la pressione arteriosa. Questo, in caso di una cefalea leggera, è un vero toccasana. Importante è, però, non esagerare: se se ne assume troppo si ottiene l’effetto contrario!

Miglior dolcificante per caffe

Ma cosa si fa se il caffè amaro proprio non va giù? Vorresti limitare l’assunzione dello zucchero, nocivo al nostro organismo in dosi troppo massicce. Ebbene, ci sono tantissime alternative più naturali e salutari.

In commercio esistono una miriade di dolcificanti diversi per chi deve o vuole fare a meno di questi cristalli bianchi raffinati: c’è lo zucchero di canna, classico o integrale, lo sciroppo d’acero, o ancora la stevia, senza calorie, estratta da una pianta del Sud america.

La scelta migliore però, probabilmente, è il miele: questo dono della natura, infatti, oltre ad essere più genuino e meno lavorato, è una fonte incredibile di vitamineminerali antiossidanti,  elementi indispensabili per il benessere del nostro organismo.

Caffè amaro e psicopatia

Chi ama i cibi amari ha più possibilità di sviluppare una personalità disturbata. E questo vale anche e soprattutto se si parla di caffè. Secondo uno studio condotto da un prestigiosa università austriaca, infatti, ci sarebbe un collegamento tra la preferenza per il caffè amaro e segnali di nevrosi, una sorta di “lato oscuro della personalità” più marcato in chi questa bevanda la consuma senza dolcificanti.

Caffè amaro e psicopatia

Questa ricerca, però, non ha avuto nessun riscontro scientifico, né si evidenzia una correlazione fra le due cose: non è vero che le persone che bevono caffè senza zucchero hanno più probabilità di essere psicopatiche!

Ci sono gusti e gusti, non tutti siamo uguali. Via libera dunque a una profumata e scura tazzina, che sia amara o anche dolce: il nostro organismo ci ringrazierà sia della caffeina sia, eventualmente, dello zucchero assunto. Sempre senza esagerare!

amaro o dolce, ecco dove trovare il miglior caffè