Caffè e pressione: in che modo la scura bevanda influisce sulla pressione arteriosa, e quindi anche sul nostro stato di salute? Si può consumare una tazzina di espresso se si soffre di ipertensione, o è meglio evitare? Scoprilo con questo articolo.

Caffè e pressione sanguigna

Che cos’è la pressione arteriosa

La pressione arteriosa o sanguigna è, detto in parole semplici, la forza con la quale il sangue viene spinto all’interno dei nostri vasi e delle nostre arterie, misurata tenendo conto di due valori, minima e massima. Una pressione regolare rientra all’interno di determinati parametri, che variano in base a diversi fattori (età, sesso, abitudini, fisico allenato o meno).

In generale però possiamo dire che in un adulto medio in buono stato di salute la pressione perfetta si aggira su valori compresi tra 70 e 85 mmHg (millimetri di mercurio) per la minima (anche detta diastolica) e 115 e 130 mmHg per la massima (anche detta pressione sistolica).

Quando i valori sono decisamente inferiori rispetto alla media ottimale si parla di pressione bassa. Oppure, al contrario, di pressione alta o ipertensione. Diversi sono gli elementi che influenzano tali dati: lo stile di vita, l’attività sportiva, l’alimentazione, le abitudini. E il caffè è proprio uno di questi fattori: in che modo la scura e profumata prelibatezza influenza la forza del flusso sanguigno? Scopriamolo insieme.

Pressione alta e caffè

Quali sono gli effetti del caffè sulla pressione? Sarà per via della caffeina che contribuisce a mettere in circolo l’adrenalina, sarà perché restringe i vasi, ma l’amata miscela alza la pressione.

È un effetto momentaneo, che svanisce nell’arco di qualche ora, ma che comunque influisce su tutto il benessere dell’organismo e anche sullo stato di salute.

Chi soffre di ipertensione può bere caffè?

Appare chiaro, dunque, che l’assunzione di caffè è sconsigliata a chi già soffre di pressione alta. Inoltre è stato dimostrato che l’aromatica bevanda ha un effetto e un impatto più forte sui consumatori occasionali, e non su chi una tazzina di espresso la beve regolarmente.

C’è però da evidenziare un altro dato, molto importante: una ricerca ha sottolineato come questa influenza del caffè sia diversa sul breve e sul lungo termine. Parliamo, riprendendo lo stesso termine usato dagli esperti, di “paradosso caffè“. Di che cosa si tratta?

È vero che sul breve periodo l’assunzione di una tazzina di espresso può causare un aumento dei valori pressori. A lungo andare però, e se non se ne abusa, il caffè protegge il nostro cuore e l’intero sistema cardiocircolatorio, diminuendo addirittura il rischio di malattie cardiovascolari e mantenendo il valore pressorio nella norma.

Caffè ipertensione

Se non si è ipertesi o se non si soffre di altre patologie, quindi, via libera al caffè (senza esagerare). Assolutamente sconsigliata l’assunzione invece in caso di pressione alta o altre patologie similari. In ogni caso, e come sempre, è importante rivolgersi al proprio medico di fiducia: sarà lui a suggerirti lo stile di vita più corretto per te, a dirti se evitare questa bevanda o se consumarla con moderazione sfruttandone così anche i benefici.

Alimenti che abbassano la pressione

Quali sono, invece, gli alimenti che abbassano la pressione? Via libera a frutta, verdura, legumi, cioccolato fondente, cannella, semi di lino e cereali integrali.

Il Caffè d’orzo aumenta la pressione?

Caffè d’orzo e pressione alta: un’ottima alternativa se si vuole (o si deve) rinunciare al classico espresso è rappresentata dal caffè d’orzo. Questa bevanda infatti, scura e dall’aroma particolare, non contiene caffeina e non presenta quindi le proprietà eccitanti che ritroviamo invece nella miscela di Coffea. Via libera anche al decaffeinato, sempre in dosi non esagerate. Stesso discorso per le tisane, di frutta e non solo, e anche per la camomilla: rilassa e calma fisico e mente.

E tu quanti caffè assumi al giorno? Sei un consumatore assiduo, o ne gusti una tazzina ogni tanto? Ti è mai capitato di notare gli effetti di questa amata bevanda? Raccontacelo nei commenti.

Deliziati con il miglior caffè in capsula