Quali sono le abitudini degli italiani in fatto di caffè? Quali sono le miscele più apprezzate o gli orari migliori per gustare una tazzina di fumante espresso? Scopri le preferenze del nostro Paese in questo articolo.

abitudini caffè Italia

Caffè: abitudini e preferenze

Dai risultati di un’indagine condotta tramite il nostro e-commerce emergono le abitudini degli italiani in fatto di caffè: tutti gli usi, gusti e consumi relativi alla famosa bevanda scura apprezzata e consumata da milioni di persone.

Per avere un quadro il più possibile veritiero e affidabile abbiamo intervistato un campione di 1000 clienti di età compresa tra i 18 e i 65 anni e analizzato i carrelli della spesa di circa 73 mila acquisti.

I risultati dell’elaborazione evidenziano in primis le regioni italiane in cui sono presenti il maggior numero di consumatori che preferiscono acquistare il caffè su internet piuttosto che nei negozi tradizionali. La Lombardia è in testa con il 23,9%, seguono poi Lazio, Campania, Veneto e Piemonte.

Anche le altre regioni rappresentano una buona fetta della torta, e rispetto ad un’intervista simile effettuata 4 anni fa il numero di coloro che si affidano al web per acquistare la loro miscela scura preferita è quasi raddoppiato.

Successivamente la fascia di utenti esaminata è stata suddivisa per sesso e per età: la maggior parte dei caffeinomani (il 59%) ha un’età compresa tra i 25 e i 40 anni, il 24% dai 41 ai 50 anni, il 10% ha tra i 51 e i 60 anni e il restante 7% ha un’età compresa tra i 18 e i 24 anni.

Aumentano le vendite al femminile fatte nell’ultimo anno, con un incremento di 10 punti percentuali rispetto ai 12 mesi precedenti. Attualmente le donne che si affidano ai coffee store virtuali sono il 47%, contro il 53% rappresentato da uomini o ragazzi. Più attente alla qualità piuttosto che al prezzo le appartenenti al gentil sesso, mentre i maschi vogliono soprattutto risparmiare.

Quando si beve il caffè?

Con questa indagine abbiamo anche voluto appurare quali fossero gli orari in cui si beve di più l’espresso. Il risultato è che per più della metà degli intervistati (il 56%) il momento migliore è al mattino. Il 33% si concede una corroborante tazzina intorno alle 10, e il restante 11% appena pranzo. Ogni momento è quello giusto per un buon caffè!

Probabilmente non stupisce che, per la maggior parte di noi italiani, il rito del caffè sia una delle prime cose che facciamo la mattina subito dopo esserci alzati dal letto. Più della metà delle persone intervistate infatti ha dichiarato che la prima tazzina della giornata coincide con la colazione. Seguono a ruota quelli che lo bevono a metà mattinata, magari mentre fanno una pausa sul luogo di lavoro, oppure a casa.

I caffeinomani del dopo pranzo sono solo un 7% del totale, coloro che lo assumono subito dopo aver mangiato, ovvero a chiusura del pasto principale della giornata, indicativamente tra le 13 e le 14. Sarà forse per sfruttarne le proprietà digestive, o per verificare se effettivamente come dicono tanti il caffè dopo pranzo fa dimagrire?

infografica su abitudini e consumi di caffè

Cambiano anche i luoghi in cui la degustazione di un espresso (o un caffè lungo, macchiato, decaffeinato) avviene con maggior frequenza. I bar restano i luoghi pubblici di ritrovo preferiti per chi sorseggia una tazza di Coffea con poco tempo a disposizione, ma anche per chi si concede una mezz’ora di pausa in buona compagnia.

Ma il dato più significativo riguarda l’incremento dei caffè consumati a casa, preparati con la classica moka o con una delle tante innovative e pratiche macchine da caffè. Negli ultimi 12 mesi c’è stato un aumento di quasi il 50% rispetto all’anno precedente. Un vero e proprio boom. Divisione quasi alla pari riguardo il porzionato, tra chi preferisce le cialde (51%) e chi invece predilige utilizzare le capsule (49%).

Miglior caffe

Quali sono invece le preferenze in fatto di fragranze? Ci sono tanti modi di bere il caffè. Fra le tantissime tipologie di miscele disponibili, è emerso che in linea generale al Nord si prediligono sapori più delicati e tazzine più aromatiche tipiche dei chicchi a prevalenza Arabica. Al Centro-Sud, invece, i caffè più consumati sono quelli più cremosi, corposi e intensi: la classica miscela Robusta.

Non poteva mancare nel report anche una visione del numero di tazzine consumate mediamente pro capite. Così come le marche preferite dagli italiani, sempre riferite agli acquisti online. Ogni giorno sono mediamente 3 le tazzine consumate a testa, e riguardo la preferenza in fatto di marche tra i primi più venduti sul podio c’è Caffè Borbone: è lui il caffè preferito dagli italiani.

Sarà per le diverse miscele che accontentano tutti i palati, per la qualità delle materie prime, per l’amore che mette in ogni capsula o cialda. Ma subito dietro altri marchi prestigiosi come Lavazza, Lollo Caffè, Covim lo seguono a ruota. Un settore sicuramente ricco di grandi nomi e quindi ad alta concorrenza.

A completamento dell’indagine statistica, quali sono le motivazioni che spingono le persone a preferire sempre più gli store virtuali rispetto agli esercizi commerciali? Quasi all’unanimità, chi è abituato a comprare caffè online ha dichiarato di farlo soprattutto perché i prezzi sono più convenienti.

Importante è poi la disponibilità di un maggiore assortimento, non ci sono perdite di tempo e la merce ordinata arriva a casa in poco tempo (solitamente nel giro di 24/48 ore). Infine c’è da considerare che quasi sempre, se si fa una bella scorta, non si pagano nemmeno le spese di spedizione.

Caffe’: la tua opinione

Ci piacerebbe avere anche la tua opinione: quali sono le tue abitudini riguardo al caffè? A che ora preferisci consumarlo? Quale miscela ti piace di più? Dicci la tua nei commenti.